header_image
Risultati della ricerca

Valtellina s.p.a.

Descrizione:

L’evoluzione storica e imprenditoriale del Gruppo Valtellina è stata caratterizzata da un’elevata capacità di adattarsi ai profondi cambiamenti degli scenari tecnologici e di mercato nel settore delle telecomunicazioni, senza mai perdere la propria identità originaria e i valori che stanno alla base di questa identità. La società opera da sempre applicando rigorosi principi di serietà, correttezza e dedizione al lavoro. Questa affidabilità, riconosciuta dal mercato stesso, è confermata anche nelle condizioni logistiche e nei cantieri più complessi. Alla base dell’impegno del Gruppo Valtellina si colloca la volontà di assicurare la soddisfazione dei propri clienti, obiettivo che viene perseguito applicando e aggiornando costantemente i principi che ne hanno caratterizzato lo sviluppo: - specializzazione ed elevata competenza professionale - organizzazione delle risorse per ottimizzare tempi, metodi e risultati - applicazione delle più avanzate politiche di sicurezza e benessere per chi lavora e per gli scenari ambientali coinvolti dalle attività

Anno di fondazione:

1937

N° Dipendenti

1200

Tipologia d’azienda:

Produttore macchine/impianti

Mail:

info@valtellina.com

CENTO4punto0

Di che tipo è la soluzione proposta/a quale livello è implementata la soluzione proposta?

Situazione iniziale:

Dal 2013 il nuovo programma quadro Horizon 2020 supporta l'UE nell'affrontare quelle che sono state definite le big challenges, grandi sfide del futuro, fornendo a ricercatori e innovatori gli strumenti necessari alla realizzazione dei propri progetti. Tra questi, un ruolo particolare giocano le cosiddette Societal Challenges tra le quali la realizzazione di un sistema energetico sostenibile e competitivo per affrontare la scarsità di risorse, l’incremento del fabbisogno energetico e i cambiamenti climatici. Il progresso tecnologico ha permesso significativi incrementi dell’efficienza energetica, tuttavia le tecnologie efficienti da sole non bastano a sfruttare tutto il potenziale di risparmio energetico disponibile. Altrettanto essenziale è il contributo che deve provenire dai fattori “non tecnologici”, come il know-how tecnico-scientifico degli attori coinvolti nella filiera delle costruzioni, l’integrazione ragionata delle tecnologie disponibili in uno scenario olistico e condiviso e non più settoriale e infine il comportamento consapevole degli utenti verso un uso più razionale dell’energia. Il Piano d’Azione per l’Energia ha stimato in Lombardia una domanda di energia nel settore civile pari al 44% del totale, il 28% nel settore industriale e il 26% nei trasporti. Conformemente agli andamenti nazionali il settore civile lombardo è il più energivoro in cui la domanda di energia per usi termici (riscaldamento) è nettamente superiore agli altri usi. L’approccio dei paesi europei di mantenere le strutture esistenti e quindi di considerare la ristrutturazione e la manutenzione piuttosto che la demolizione, fa sì che il programma del Progetto sia di ampio interesse anche in ambito europeo.

Descrizione del caso:

Nell’ambito del monitoraggio e del controllo dei consumi energetici l’esperienza maturata in questi anni ha permesso di affinare nuove tecnologie per quanto riguarda la raccolta dei dati dal campo, il loro invio ad un punto di raccolta su server e la loro successiva elaborazione. Il Progetto si pone l’obiettivo di realizzare un sistema innovativo per la diagnostica dell’edificio, ricomprendendo tra l’altro il monitoraggio dei parametri di comfort ambientale interno e il controllo delle variabili climatiche energetiche e funzionali degli impianti di climatizzazione, favorendo da un lato lo sviluppo e la gestione di nuove costruzioni ad impatto zero, dall’altro promuovendo la pianificazione di interventi di riqualificazione sul costruito. Fulcro del sistema innovativo sono l’integrazione delle tecnologie di monitoraggio adottate all’interno dell’edificio, gli algoritmi di controllo, e la tecnologia di trasferimento dati, attraverso cui è possibile elaborare e trasferire le informazioni necessarie per la supervisione e controllo del sistema edificio nel suo complesso. Punto di partenza del progetto è la definizione di Intelligent Building, inteso come un “edificio in cui gli impianti sono gestiti in maniera integrata ed automatizzata, attraverso l’adozione di una infrastruttura di supervisione e controllo, al fine di massimizzare il risparmio energetico, il comfort e la sicurezza degli occupanti, e garantendone inoltre l’integrazione con il sistema elettrico di cui il building fa parte”. Il progetto punta ad aggiungere un ulteriore tassello alla suddetta definizione, introducendo il concetto di intelligenza artificiale applicata al sistema edificio-impianto con l’obiettivo di creare un edificio intelligente dotato di un sistema nervoso (rete di sensori) e di un cervello centrale (infrastruttura di supervisione, controllo, analisi e attuazione). Il sistema verrà testato (anche attraverso l’utilizzo del BIM e del BMS) sulla nuova sede di Confindustria Bergamo presso il Parco Scientifico e Tecnologico di Kilometro Rosso, sede di oltre 4000 mq in grado di ospitare 150 persone residenti più ospiti fino a 500 persone e che rappresenta, per l’utilizzo delle tecnologie, un esempio di integrazione delle moderne tecnologie per l’efficienza energetica.

Vantaggi ottenuti:

impatto ambientale| impatto sociale| impatto operativo| impatto economico

Barriere incontrate:

Le principali criticità connesse alla conduzione del Progetto riguardano diversi aspetti. Le competenze tecnico scientifiche richieste sono estremamente elevate, se dovessimo avere lacune all’interno del gruppo di lavoro dovremo andare a ricercare supporto all’esterno per esempio in contesti accademici. L’estrema complessità ed il carattere innovativo del progetto introducono innumerevoli variabili che potrebbero portare ad un allungamento dei tempi di realizzazione del sistema non banali. Infine sarà probabilmente necessario gestire problemi che oggi non riusciamo a prevedere direttamente durante la fase di implementazione.

Immagini

Contatti aziendali

info@valtellina.com
Via Buonarroti, 34 24020 Italy