header_image
Risultati della ricerca

Alascom Services srl

Descrizione:

Alascom ha sviluppato negli anni un'estesa competenza di telecomunicazioni e di system integration . Da vari anni ha attuato una strategia di solution providing con lo sviluppo di nuove soluzioni innovative per integrare il dominio della produzione con il dominio tecnologico dell'ICT allargando la proposizione all'IOT e in particolare all'Industry 4.0 e al Data Analytics. Gli aspetti infrastrutturali dell’IOT rappresentano una condizione imprescindibile per la trasformazione digitale delle infrastrutture esistenti. Siamo esperti di tool di analisi e programmazione statistica, modelli matematici, machine learning AI e in memoryDB; comprendiamo la filiera del dato.

Anno di fondazione:

2001

N° Dipendenti

170

Tipologia d’azienda:

Produttore macchine/impianti

Mail:

contacts@alascom.it

CENTO4punto0

Di che tipo è la soluzione proposta/a quale livello è implementata la soluzione proposta?

Situazione iniziale:

Gli impianti di biogas rappresentano sistemi complessi finalizzati a ottenere energia “pulita” a partire da materiale risultante dalla produzione agricola e dall'allevamento. Il corretto funzionamento è vitale al fine di garantire flussi costanti di ricavi da produzione di energia elettrica, così come per evitare extra-costi dovuti a guasti, malfunzionamenti e fermi. Inoltre, migliorare l’efficienza e l’efficacia della produzione di energia elettrica degli impianti risulta essere un altro obiettivo fondamentale della gestione. La dispersione geografica degli impianti e l’infattibilità economica nel mantenere onsite personale specializzato nella manutenzione e nel miglioramento delle performance di produzione fanno sorgere l’esigenza di un monitoraggio remoto, centralizzato e granulare degli impianti stessi.

Descrizione del caso:

Il monitoraggio fornisce una visione unificata dell’intera rete di più impianti gestiti dall'azienda, così come l’approfondimento di dettaglio dei singoli impianti monitorati. L’obiettivo è migliorare l’efficienza del processo produttivo attraverso l’uso di software che permetterà di massimizzare il rapporto ricavi/costi (produzione di energia elettrica/risorse utilizzate) definendo in modo automatico le azioni strategiche da intraprendere (pianificazione di interventi manutentivi, modalità di utilizzo delle macchine di produzione, definizione di azioni correttive in corso d’opera ecc.), di avere una maggiore comprensione del processo stesso nonché dell’impatto di diverse modalità operative, e di ridurre la complessità di gestione della rete di impianti. Il software, progettato per essere adattabile a diversi impianti di produzione, sarà inoltre in grado di normalizzare i dati provenienti da siti multipli abilitando il confronto tra impianti anche diversi in portata e dimensioni; il maggiore flusso di dati entrante nel sistema informatico costituirà una conoscenza riutilizzabile a beneficio di ciascun impianto. La prima fase ha comportato lo sviluppo di un progetto pilota per il monitoraggio di un singolo impianto. Il pilota è stato finalizzato a fornire una versione dimostrativa dell’infrastruttura di monitoraggio e della piattaforma digitale di gestione dell’impianto. Avendo avuto un esito positivo viene esteso agli altri impianti gestiti dall'azienda nostra cliente. Il sistema complessivo è composto da alcuni sottosistemi fondamentali. Il processo segue le seguenti fasi produttive fondamentali:

  • Il materiale solido destinato alla fermentazione viene alimentato nel sistema di carico;
  • il materiale viene introdotto con una certa frequenza (es. 1 volta all'ora) all'interno del fermentatore primario;
  • all'interno del post fermentatore viene generato il gas che va poi ad alimentare il sistema di generazione dell’energia elettrica;
  • il gas ripulito dai sistemi di filtraggio entra nel sistema di generazione di energia, dove subisce un'ulteriore fase di filtraggio per mezzo di un chiller che abbatte la temperatura del gas al fine di far condensare e depositare l’acqua ad esso commista;
  • il materiale fermentato di scarto, prodotto dal post fermentatore, viene inserito in un sistema di vasche finali di stoccaggio, dove viene fatto sostare per un certo periodo di tempo, finché questo non sia divenuto inerte e pronto a essere riutilizzato come fertilizzante agricolo.
L’architettura generale ha utilizzato alcuni elementi architetturali fondamentali di seguito descritti:
  • Smart Meter: usati per monitorare i consumi elettrici dei sistemi ausiliari.
  • Concentratore (meter gateway/controller): questo elemento interroga gli smart meter con una determinata frequenza e ne restituisce i valori in maniera unificata su canale fisico ethernet e protocollo Modbus TCP.
  • IoT gateway (o IPC): l’IoT gateway acquisisce i dati da molteplici sorgenti, li normalizza e li invia al back-end della piattaforma digitale, dove vengono poi elaborati e presentati. Questo elemento architetturale è in grado di dialogare con diversi sistemi, in particolare con il concentratore degli smart meter per l’acquisizione delle misure elettriche degli ausiliari, con il PLC biologia e con il PLC motore per l’acquisizione di altri dati e grandezze resi disponibili dal sistema di controllo esistente. Per tale motivo, è stato fondamentale creare un middleware di acquisizione dati in grado di dialogare con protocolli potenzialmente diversi (es. Modbus TCP, Profinet) e con device differenti ( sensori energetici e di campo ).
  • Piattaforma digitale: la piattaforma digitale si compone, a sua volta, dei seguenti due elementi: o Back-end cloud : questo livello architetturale riceve i dati acquisiti dal campo e opportunamente normalizzati sull’edge dallo IoT gateway. I dati ricevuti vengono storicizzati e resi disponibili alle applicazioni di livello superiore. o Front-end presentazione: un livello front-end di presentazione, sviluppato con tecnologia web services, permette la visualizzazione dei dati dell’impianto secondo opportuni indicatori, dashboard e tabelle definiti con il supporto degli esperti di dominio dell’azienda cliente. I filtri presenti nell'interfaccia web permettono all'utente di inserire specifiche richieste ed ottenere informazioni sintetiche, in forma grafica e numerica, di carattere descrittivo o statistico-predittivo. Il sistema, mediante l’uso di opportuni algoritmi che operano sui dati disponibili, propone in automatico quali azioni svolgere e quando svolgerle, tenendo conto anche di eventuali vincoli imposti dall'utente.

Vantaggi ottenuti:

impatto ambientale| impatto operativo| impatto economico

Barriere incontrate:

L' integrazione tra gli esperti dell’azienda cliente coinvolti nel progetto, esperti del dominio, e risorse esperte di tecnologie ha rappresentato una grande sfida nell' esecuzione del progetto

Immagini

Contatti aziendali

contacts@alascom.it
Caduti di Marcinelle 5 20134 Italy